venerdì, aprile 17

Flora della nostra zona

Secondo la tradizione storicamente più accreditata risalente a molti secoli avanti Cristo, la Frentania si estendeva dal fiume Foro (Abruzzo) fino al Fortore (Molise) delimitata ad Ovest dagli Appennini. Nel corso dei secoli, gli eventi storici, politici ed economici fecero sì che tutti i piccoli centri tra cui Tavenna divenissero il fulcro del popolo frentano.

Territorio paesaggisticamente vario, caratterizzato dalla presenza di una costa litoranea, talora sabbiosa, talora rocciosa, che trapassa rapidamente in verdi colli per raggiungere in pochi chilometri altitudini montane (1200 -1500 mt.). La varietà del territorio comporta la presenza di fasce fitoclimatiche diverse e quindi presenza di specie arboree ed erbacee molto varie.


Varietà di Graminacee
L’ampia diffusione di coltivazioni di cereali determinano una costante presenza su tutto il territorio di grano, segale, orzo, avena con contestuale presenza di graminacee a crescita spontanea sia nei campi coltivati che negli incolti. Diffusissime lungo le strade, nei campi, nei terreni vicini alla costa, così come in montagna: se ne conoscono circa 5000 specie.

Altra costante del paesaggio frentano è l'olivo, largamente presente sia nella fascia costiera che sulle colline e valli dell'entroterra.

Varietà arboree si ritrovano sulla costa, dove piccoli boschi di querce (lecci, roverelle, farnie, cerri) si alternano a zone (specie sui pendi e nelle valli) dove prevalgono pioppi, salici, ornielli, olmi e aceri. Altro elemento tipico, anche se meno presente che in altre zone della costa adriatica, è il pino sia a crescita spontanea che a scopo ornamentale.

Nei colli più alti dell’ entroterra, ad un’ altitudine oltre i 500 mt., oltre alla gran diffusione delle varie specie di querce, compaiono i castagneti e ancora più in alto le prime faggete.


Parietaria




La parietaria, presente nelle varietà judaica o erba muraiola e officinalis o vetriola comune. Questa erba infestante è diffusa ovunque, dalle coste fin oltre i 1000 mt. di altitudine, cresce sia sui terreni aridi e incolti che lungo le strade; ben nota è quella che cresce sui muri delle case dei nostri paesi e città. La varietà officinalis può raggiungere l’ altezza di 1 mt.

Piante ornamentali arredano i giardini e i viali delle nostre cittadine: platani, tigli, aceri, pioppi, abeti, acacie e tante altre ancora.

Anche il ligustro, il gelso, la mimosa, la palma, il sambuco, tutte piante a fioritura prevalentemente primaverile e presenti a scopo per lo più ornamentale.

Fra le numerosissime erbacce a crescita spontanea presenti nel nostro territorio, ci sono anche la piantaggine o lanciuola, il tarassaco, l'ortica (stessa famiglia della parietaria).


Nessun commento: